forum_poker_alla_texana

Novità nel Forum!

Iscrivetevi al forum per ricevere la password dei tanti freeroll che organizziamo, per ricevere consigli di poker, per vincere nelle migliori poker room e conoscere le promozioni più vantaggiose qui .
Forums
History:

Reportage sui tornei dal vivo in Italia, EPT e WPT

Descrizione, foto e materiale sui tornei principali dal vivo...
Public write access is disabled. Please login or register
Last post
marcoALLin

marcoALLin
2294 posts
---
Location:
n.a.
03.10.2007 23:44

VENEZIA 300+30 2 ott 2007

Bella giornata, Grande organizzazione torneo molto curato, transenne afficaci. ottimo buffet giocabilita' del torneo grazie a bui di 25 min e stack di 5.000 iniziali (nel 330 si usava 3.000 l'anno scorso )...e buoni giocatori ai tavoli!

vabbe del mio itm gia sapete che sono contento anche quindi non vi annoiero' .........riporto una cosa molto interessante presa a prestito da un altro forum scritta dall'amico TREVIX simpatico veneziano ottimo torneista che di recente ha sritto un libro al riguardo ...

__________________________________________________

"Ciao colleghi ludici!!!

Qualche breve considerazione su queste due prime giornate di torneo.

Qualcuno ha parlato di un tendone.......
Beh, le WSOP a Las Vegas si giocano (una sala) dentro un tendone, molto molto meno accogliente di questo . Comunque ho trovato carino l'ambiente, accesso semplificato (a Sanremo devi mostrare il ticket ogni volta) e intressante la possibilità di giocare a distanza dal casinò (rumori, tentazioni roulettistiche, etc...) che cmq resta ad una attraversata a piedi di 20 metri (rischiosissima.....state attenti..le macchine vi stendono.........)

I cash games (tre tavoli) del Casinò sono (a detta di altri giocatori cui mi associo) abbordabilissimissimissimi: insomma non sembra di essere nel Baldwin Corner del Bellagio.
Nonostante ciò lunedì sono riuscito a perdere. Complimentoni a me!!

Il cibo a mio parere è semplicemente eccellente.
Insalata di mare, crespelle, risotto ai funghi, etc, etc. Tutto squisito.
Siamo ad anni luce dal buffet di Sanremo. Unica nota stonata: c'é solo il prosecco come vinello......un rosso non avrebbe di certo sfigurato.

Tornei.

Uscito alla quinta mano del primo torneo con, voilà, K-K trovando l'immancabile caso su 22,5 contrari di incocciare in AA preflop (ma potevo foldare visto che ho pensato 4 minuti per fare call sul suo all-in), il secondo torneo mi ha visto più ottimista: non ho mai pescato KK!!! E così un 26° posto risulta gradito, in particolare avendo visto le seguenti mani per tutto il torneo: 9-9 (due volte), due volte A-K (vinto una volta un coin flip e perso un'altra 3 a 1 favorito...), una volta QQ (raise da UTG, fold generale). Mai fatto un double up. Merce rara....


Struttura tornei.

Mah, se sono arrivato in the money io non vedendo una carta e non facendo mai un double up (o triple up) non credo che il torneo sia un bingo game.
In 39 rimasti, Pier (il giocatore classificato terzo) ha sparato 14 all-in su 20 mani.
Buttando mediamente circa 25 volte il big blind ogni volta.
Così si fa stack, ma il rapporto blind-suo stack portava tutta la partita sul fattore di pescata di mano decente. Null'altro. E se vedi 3-7, 8-4 o 2-5 è durissima pensare di fare call.
Possiamo giocare a struttura ultralenta ma queste giocate quì ci saranno sempre, particolarmente nel panorama italiano (che però sta cambiando...eccome....)
La mano decide e soprattutto gli scontri perché anche se si hanno 40 big blind di stack non vedo come si possa foldare QQ su un all-in altrui temendo mano superiore (con le dovute eccezioni). E se trovi un avversario con 25 big blind che ha J-J (quindi in situazione in cui presumibilmente non folderà JJ) bene, se incappi nel chip leader che ha KK, ciao.....
Un altro fattore molto importante è l'omogeneità degli stacks.
Se ci sono molti shortstack il gioco diventa più gestibile e una strategia oculata, molto spesso, serve per progredire.
Se, come nel secondo torneo, tutti hanno uno stack di un certo rilievo a parte un chip leader e qualche "corto", devi rischiare molto di più perché non vincere i piatti significa essere rosicchiato dai blind e per vincere i piatti bisogna avere una mano o tentare di rappresentarne una, impresa molto ardua con blind elevati e stack piccoli. E questo conferma quello che molti dicevano anche se è sempre, secondo me, un discorso relativo a molteplici fattori che intervengono nel torneo.

Una curiosità: vi riporto la mia mano finale che è stata vista come bella lettura da alcuni ma criticata da altri.
Blind 2000-4000 ante 400. l'UTG (ha 21.000) va all-in. Il chip leader fa call. Foldano tutti, io mi ritrovo As ed ho 21.200.
Aldilà del valore assoluto della mia mano (bassetto) leggo debole (relativamente) l'UTG ma ancora più debole il chip leader. Insomma non mi vedo così sfavorito come potrebbe desumersi dall'azione precedente.
L'unica mano in cui sono in difficoltà è un Asso-kicker superiore, ma so che nessuno dei miei avversari ha un Asso. Ed ho l'importante opportunità di triplicare lo stack.
Così faccio call.
UTG ha K-J offsuit e il chip leader ha 2-2. Io ,come detto, As.
Un King al flop mi spedisce a casa.
Nella mano, incredibilmente, ero in effetti favorito, ero 38,5% contro 34,3% del K-J e 27,2% del 2-2.

Qualita' DEI TORNEISTI In Italia (rapporto fortuna/bravura)

Si, l'impatto della fortuna nei tornei si conferma (se mai ce n'era bisogno) devastante.
E gli inesperti devono affidarsi prevalentemente al livellatore, cioé l'all-in.

Ma in questo torneo ho intravisto spiragli per una crescita sana e competitiva (a livello internazionale) del giocatore italiano.
I migliori (e ce n'erano veramente tanti, praticamente il 90% dei top) stanno apportando modifiche importanti allo stile di gioco. Si gioca sul raise e più sul flop. Si studia cosa puo' avere l'avversario. Si foldano mani molto forti, si fa call con molto poco. Bello da vedere.
Poi, ti scoraggi se vedi andare all-in un K-10 e A-Q che correttamente fa call vede un dispettoso 10 che consegna il piatto all'avversario.
Vedremo molti nuovi vincitori, molte facce nuove ma solamente chi giocherà in maniera seria sarà vincitore a lungo termine. E chi fa all-in troppo spesso, potra' vincere uno-due tornei ma perdera' inesorabilmente tutta la sua bankroll....
Insomma non è un discorso soggettivo (non vedo carte e gioco tight, ergo perdo) ma un discorso oggettivo (quello lì fa mille all-in e vince un torneo).
Si sa che quasi mai vince il giocatore migliore, ma sicuramente un brocco vince solo e solamente un torneo.
E' come il discorso di avere AA contro uno o contro nove avversari.
Sei sempre favorito (da moltissimo a pochissimo) ma sempre favorito.
Lo stesso nei tornei.
Binelli ha un margine. Tu hai un margine. Io ho un margine. Chi ha letto e studiato un libro di Sklansky ha un margine. Phil Hellmuth ha un grosso margine.
A parità di fortuna non c'è verso che un ottimista inesperto vinca su di noi (ahha ci siamo inseriti con Hellmuth....)
Se poi la fortuna gira a nostro favore non c'è partita.
Colmo dei colmi, gli esperti hanno un ottimo margine su altri esperti di livello appena inferiore, superiore a quello che hanno gli esperti super sugli inesperti che vanno all-in a iosa.
Insomma preferisco (e l'ho già detto molte volte) giocare al tavolo con broccacci paurosi all'inizio ma con molto esperti verso la fine del torneo.
Se avviene l'inverso non c'è verso di poter vincere a parte di essere molto fortunati.
E quindi l'aumento del livello medio dei giocatori italiani non va che accolto favorevolmente.
Se fosse limit poker, gli inesperti non avrebbero una chance che sia una. All'inizio o alla fine.
E se qualcuno crede che questi tornei siano lotterie si sbaglia. E' una lotteria a 210 numeri (per es., cioe' i partecipanti) ma Tu hai 2 o 3 numeri, Binelli 5-6, Hellmuth una quindicina.
Se il numero di chi ha "piu' numeri" (perdona il gioco di parole) aumenta, diminuisce l'impatto della fortuna. Incredibile a dirsi. O forse no.
Solo una nota: terzo arrivato, quarto arrivato e quinto arrivato del primo torneo di lunedì e terzo e quarto del secondo torneo di martedì hanno tutti comperato ( e spero letto) il mio libro. (anche Scermino, secondo arrivato del primo torneo, mi pare ma non ci giuro...)
Che porti bene??????????????

Complimenti ai vincitori!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Trevix"

_________________________________________________




 
david86

david86
3186 posts
---
Location:
n.a.
04.10.2007 03:19
Re: VENEZIA 300+30 2 ott 2007
Ottimo articolo!
Ho conosciuto Trevix di persona in quanto amico di Alessio e lo reputo veramente un ottimo giocatore, oltre che giornalista!!!
Bravo Marco, tienici aggiornati... ;)




 
mreloaded

mreloaded
3463 posts
---
Location:
n.a.
04.10.2007 05:04
Re: VENEZIA 300+30 2 ott 2007
Trevix, oltre a capirne di poker, è anche molto bravo nello scrivere, risulta leggero da leggere ed si fa capire. Sarebbe da contattare ed intervistare... dopo tutto è uno dei personaggi italiani più conosciuti! ;)



 
marcoALLin

marcoALLin
2294 posts
---
Location:
n.a.
04.10.2007 23:06
Re: VENEZIA 300+30 2 ott 2007
David e Relo quoto e ssolutamente...avevo pensato anche io all'intervista ma Martedi quando l'ho visto abbiamo criticato insieme la mancanza di un ottimo rosso che accompagnasse il buffet...



 
Anto7A

Anto7A
3397 posts
---
Location:
n.a.
05.10.2007 00:02
Re: VENEZIA 300+30 2 ott 2007
[quote author=marcoALLin link=topic=2598.msg19958#msg19958 date=1191528396]
David e Relo quoto e ssolutamente...avevo pensato anche io all'intervista ma Martedi quando l'ho visto abbiamo criticato insieme la mancanza di un ottimo rosso che accompagnasse il buffet...
[/quote]

Ha anche scritto un manule sul poker mi sa... Chissà com'è?




 
david86

david86
3186 posts
---
Location:
n.a.
05.10.2007 03:14
Re: VENEZIA 300+30 2 ott 2007
Del suo libro ne ho sentito parlare meravigliosamente...un ottimo scrittore!!! Purtroppo non l'ho letto...solo xkè odio leggere..



 
Discussions v1.3
(c) 2010-2011 Codingfish

Scarica la guida al poker per principianti

con consigli su come giocare usando le strategie giuste e come diventare un giocatore di poker professionista

Scarica il pdf Scarica la versione ipad

Gioca su Party Poker

Chiara-banner-160x160.gif

Casinò Online!

Se volete giocare a poker in un casinò online e cercate quello giusto fatevi consigliare da casinoonlinesicuri.info e approfittate del bonus di 100 euro offerto da William Hill, il casinò online Microgaming con slot machine gratis da bar, roulette, baccarat e tutti i giochi tradizionali di casinò.

Poker Room del mese


Sisal poker è migliorata molto negli ultimi mesi. Siamo sicuri che diventerà la sala da poker leader fra quelle dotate di licenza AAMS. Da non perdere il nostro bonus esclusivo da 405€. Per qualsiasi cosa siamo a vostra disposizione. Download qui
Visita Poker alla Texana su Facebook!                   Aggiungi PokerallaTexana.com ai tuoi preferiti!           Gioca su Party Poker!
PokerAllaTexana.com | Sisal Poker | Betclic.it | PartyPoker.it