forum_poker_alla_texana

Novità nel Forum!

Iscrivetevi al forum per ricevere la password dei tanti freeroll che organizziamo, per ricevere consigli di poker, per vincere nelle migliori poker room e conoscere le promozioni più vantaggiose qui .
ALESSIO ISAIA e DARIO ALIOTO: altri due final per l'italia alle WSOP!
Scritto da Alessandro   
bandiera_italia.jpgDopo i braccialetti di Max Pescatori e di Dario Minieri, altri due italiani hanno sfiorato l’impresa: Dario Alioto, campione del mondo di Omaha alle ultime WSOP disputate a Londra e Alessio Isaia, giovane promessa del nostro poker, che centra il final table alla sua prima apparizione a Las Vegas. Andiamo in ordine cronologico: evento #33, 17 giugno… inizia il World Champioship di Seven Card Stud High-Low! 261 iscritti, che hanno pagato 5 mila dollari per contendersi il titolo e il braccialetto.

Il torneo procede velocemente, i giocatori più esperti iniziano a fare chips approfittando della loro maggiore esperienza… i partecipanti sono comunque di ottimo livello, la specialità dello Seven Card Stud è molto tecnica e il buyin è elevato: pian piano arrivano gli out, e quando la rosa dei candidati al final si assottiglia, ecco emergere nomi di primissimo piano: Hasan Habib, Cindy Violette, Kirill Gerasimov, Barry Greenstein, Allen Cunningham, David Benyamine, Howard Lederer, Annie Duke, Marcel Luske e il favorito Chris Fergusson.. tutti questi ancora in gioco quando restano solo più 24 giocatori e si è appena entrati a premio!! isaia_alessio.jpgMa nella lista dei giocatori a premio, spicca quello di un italiano, Alessio Isaia, classe 1986, della provincia di Cuneo, alla prima esperienza nel circuito WSOP (bisogna avere 21 anni in america per giocare)… ma Isaia è ben conosciuto in Italia, e sta iniziando ad essere famoso anche nel circuito europeo dell’EPT. Per lui parlano i risultati: tre tappe del campionato italiano vinte, una serie di piazzamenti sempre al campionato italiano che l’hanno portato al quarto posto della classifica generale 2 anni fa… e poi i primi piazzamenti nel circuito europeo, il 16esimo posto all’EPT di Barcellona e l’in the money al primo EPT di Sanremo… i piazzamenti all’Istria Open, ai tornei di Nova Gorica.... La grandezza di questo giocatore, è la sua duttilità nel giocare tutte le specialità del poker: i suoi risultati spaziano dal No Limit Hold’em all’Omaha, fino ad arrivare al Seven Card Stud.

Evento #33 appunto: il campo dei giocatori rimasti in gara continua a restringersi, ed il sogno inizia a prendere forma… “il chirurgo” come l’hanno soprannominato gli amici del circuito, non è per nulla intimorito dalla presenza di “mostri viventi” del mondo del poker, anzi: più gli avversari sono tosti, più Isaia da il meglio di sé. Il suo stack subisce degli swing notevoli, si trova corto ma giocando aggressivo si riporta prima in media e poi passa addirittura chipleader. Sfortunato in alcune mani, come quando si scontra con David Benyamine e Marcel Luske in allin: AAK per Isaia, AAT per David Benyamine e KKx per Marcel Luske… Alessio trova una doppia in quinta, ora solo più poche carte che gli farebbero perdere questo monster pot.. e Marcel Luske, “l’olandese volante”, trova il suo monoout, pescando in sesta l’ultimo K rimasto nel mazzo. Grossa delusione, il grosso del piatto va a Luske, Isaia raccoglie il side pot… ma poteva essere il colpo importante, l’episodio che ti fa vincere o perdere un torneo. Isaia non si abbatte e rinizia a fare il suo gioco, cercando di non farsi mettere i piedi in testa dai “big”. Alla fine escono Lederer e Benyamine, in decima e nona posizione… tradotto significa final table! Significa anche andare a dormire qualche ora per ricaricare le batterie e presentarsi al tavolo finali carichi. Significa anche scontrarsi con gente come Annie Duke, Marcel Luske e Chris Fergusson. Significa avere la possibilità di realizzare il proprio sogno.

Il giorno dopo si parte: la tensione c’è, per tutti. Alla fine arriva il momento dell’allin decisivo, quello del “o dentro o fuori”. Lo scontro arriva contro il chipleader Ruthemberg, in quinta carta. Alessio parte molto sopra, ma il tedesco incastra un asso in sesta che gli fa vincere l’high e il low… Fine del sogno per Alessio, che chiude il suo torneo in sesta posizione: fantastico davvero, ma c’è anche un po’ di rammarico per qualche mano piuttosto sfortunata… Ma il poker è anche questo, fortuna nel momento giusto… Ruthemberg ne ha avuta, alla fine ha vinto lui il braccialetto. Ci saranno comunque altre occasioni, perché siamo certi che rivedremo ancora “il chirurgo” Isaia competere con i migliori, per cercare di realizzare il suo sogno: diventare il campione del mondo.

alioto_braccialetto.jpgPassiamo all’evento #34, il Pot Limit Omaha rebuy da 1500$. 320 giocatori iscritti, al via anche il nostro Dario Alioto, grande giocatore proprio di Omaha. Fino ad ora le sue WSOP erano state piuttosto deludenti: molti scoppi allucinanti, e un torneo finito in piena bolla del final table, il 5000$ rebuy di 2-7 draw… tavolo finale da paura, con Mike Matusow (poi vincitore dell’evento), Jeff Lisandro, Barry Greenstein, Erick Lindgren e David Benyamine… peccato, Alioto avrebbe potuto dire la sua. Ma la rivincita è dietro la porta, e finalmente arriva il tanto atteso tavolo finale nella sua specialità, l’Omaha. Non dimentichiamolo.. Dario è il campione del mondo in carica, dopo che ha vinto alle WSOP Europe di Londra il main event di Omaha. Non è un caso che l’unico torneo di Omaha che si è disputato in Italia, sia stato vinto da lui… non è un caso che nel 2007 si sia piazzato due volte a premio alle WSOP, con un 35esimo posto al main event da 10 mila dollari di iscrizione e un final table (sesto posto) al 1500$ di Omaha High-Low…E stavolta arriva la possibilità di bissare il successo di Londra: centra il final table, giocando alla grande… e per una volta non prende bad beat a ripetizione e si presenta con il secondo stack di partenza. Il final procede bene, Dario gioca alla grande e si ritrova ben messo quando restano in 4 ancora… e poi arriva la mano fatale contro Layne Flack: quasi pari stack, vanno allin al flop Q 8 7 (con due fiori).

Dario si presenta con 3 4 5 6, scala bilatera e flush draw. Layne Flack, chiama con A A 5 6. Stessa bilatera di Dario, che quindi ha la scala per sperare in uno split e le fiori per cercare di battere la coppia d’assi di Flack. Chi vince diventa chipleader assoluto del tavolo, e con soli due avversari mette una seria ipoteca sul braccialetto. Turn e river scendono, impietosi: nessuna fiori, nessuna carta a scala.. un inutile J e una inutile Q per il Alioto, che deve abbandonare il sogno in quarta posizione. Layne Flack va a vincere il braccialetto… speriamo che Dario possa comunque prendersi la rivincita fra qualche giorno, al main event di Omaha, buy in 10k dollari… il nostro tifo sarà tutto per lui!!

468x60pacific_new.gif

 

Scarica la guida al poker per principianti

con consigli su come giocare usando le strategie giuste e come diventare un giocatore di poker professionista

Scarica il pdf Scarica la versione ipad

Gioca su Party Poker

Chiara-banner-160x160.gif

Casinò Online!

Se volete giocare a poker in un casinò online e cercate quello giusto fatevi consigliare da casinoonlinesicuri.info e approfittate del bonus di 100 euro offerto da William Hill, il casinò online Microgaming con slot machine gratis da bar, roulette, baccarat e tutti i giochi tradizionali di casinò.

Poker Room del mese


Sisal poker è migliorata molto negli ultimi mesi. Siamo sicuri che diventerà la sala da poker leader fra quelle dotate di licenza AAMS. Da non perdere il nostro bonus esclusivo da 405€. Per qualsiasi cosa siamo a vostra disposizione. Download qui

Poker player online

 31 visitatori online
Visita Poker alla Texana su Facebook!                   Aggiungi PokerallaTexana.com ai tuoi preferiti!           Gioca su Party Poker!
PokerAllaTexana.com | Sisal Poker | Betclic.it | PartyPoker.it